Gli Autori

Ecco gli autori che hanno fin qui collaborato con noi. Offriteli una caipirinha da parte nostra, se avete occasione di incontrarli.

Anthony Tognazzini
È nato in California e ha vissuto tra il Texas, le Filippine, la Spagna, la Germania, l’Indiana e la Repubblica Ceca. Attualmente risiede a Brooklyn, New York, dove lavora come insegnante e giornalista freelance, dedicandosi anche alla sua band gli Sky Eats Man
I suoi lavori sono apparsi su riviste come Swink, Sentence, Quarterly West, Mississippi Review, The Hat, Denver Quarterly, Hayden’s Ferry Review, Quick Fiction, e l’Alaska Quarterly Review, per citarne solo alcune. Il suo lavoro è apparso anche nella raccolta “Sudden Stories: A Mammoth Anthology of Miniscule Fiction” e “PP/FF: An Anthology”. Il suo primo libro, “I Carry A Hammer In My Pocket for Occasions Such As These”, è stato pubblicato da BOA Editions nell’Aprile del 2007.
Di questo autore SlowMind propone L’Incarico

Domenico Gullia
Dopo che il tacchino induttivista gli sfuggì di mano – del tutto inaspettatamente – nella vigilia di Natale del lontano 1995 la sua vita cambiò radicalmente: divenne un bambino strano, di quelli che passano ore a pensare a cosa stia a sua volta pensando un frullatore; da allora non ha ancora perso questa abitudine. Tra le cose che ama: Donald Barthelme, il canguro pugile, David Lynch, Werner Herzog, Henry Miller, David Foster Wallace, Spike Jonze, i tram e i funamboli. Tra le cose che non ama: lo spazzolino elettrico e i tram. La coerenza non è il suo punto di forza.
Non è uno scrittore ma scrive a tempo perso, e solo perché non sa come preparare una minestra di porro, altrimenti passerebbe le sue giornate a preparare minestre di porro.
Ha un blog, bellissimo, http://illustrazioniallegoriche.wordpress.com/
Su SlowMind ha scritto La fulminea avventura di una zanzara tigre

Edward S. Portman, stop.
Nato a Pistoia, stop.
Il 7 gennaio 1980, stop.
Legge, scrive, sorride, parla, stop.
Il resto su mygreendarling.blogspot.com
Stop.
Su SlowMind trovate: Skippy Non Morire!

Elisa Emiliani
Elisa Emiliani (aka Thid) ha vissuto un quarto di secolo durante il quale si è convinta che il futuro della filosofia (laurea magistrale all’UniTo) risieda nella letteratura.
Convinta sostenitrice dell’incomunicabilità dell’ente, la sua vita si risolve comunque in una serie di tentativi, generalmente fallimentari, di condividere i suoi pensieri.
Per questo cerca di produrre storie comprensibili agli altri esseri umani, spaziando dal fantasy alla fantascienza.
Questo è il suo blog: philomela997.wordpress.com
Su SlowMind potete leggere il racconto Cubicolo

Elisa Schiavi
Elisa Schiavi nacque povera, si riaggomitolo’ su se stessa e provo’ pure a fare una capriola, invano.
C’è chi la chiamo’ per scherzo e per fattezza enfant prodige.
Lei non ci credette e guardo’ di sbieco. Per ora fa lo psichiatra, ma pensa anche ad
altro, in un‘età incerta tra i 30 e i 40 anni.
Spesso fa battute.
Ha pure un blog: insalatadiparole.tumblr.com
Su SlowMind A Sta Per Altezza

Faberduck
Filantropo solitario, bucaniere da divano, profeta in perenne ritardo.
E’ suo il racconto Loris Trestamagano

Francesco Trocchia
Francesco Trocchia è un codardo, di quelli onesti però. Si nasconde dietro i suoi fidati compagni di viaggio, un tricheco, un coyote e Spud Krasnapolsky, tutti in giro su strada col vento a scompigliarsi i capelli. Con gli anni ha compreso bene il concetto di partire ma molto meno quello di tornare e nel frattempo beve caffè.
Scrive vivendo e vive scrivendo, in ogni caso supponendo di fare entrambe le cose molto male ed amando compiacersene, se non ci credete visitate il suo blog: trichecopsichedelico.wordpress.com
Su SlowMind Cam Girl In Japan

Marco Lavighe
Marco Lavighe (Trieste, 1982) sin da piccolo si dedica al teatro e ai grafici a torta. Guitto, è la parola che meglio lo definisce, sul palco e nella vita. Aristofante lo perseguita in sogno, pretendendo da lui la pubblicazione in formato epub di 437 nuove commedie. Lui annuisce e finge di trascrivere. È buddista e rognoso. Da vecchio diverrà più simpatico. Garantito. Ama scusarci in anticipo. Su SlowMind Il Biscotto Postmoderno
e Le Cervelliere

Neisth
Neisth nata in un giorno d’ottobre, 1988.
Di solito ascolto i Mogwai, disegno, oppure fotografo.
Sulle nostre pagine Estrid

Nicola Feninno
Nicola Fennino ha 24 anni, vive in provincia di Bergamo e studia a Milano.
Non avendo un lungo e prestigioso curriculum pensava di sopperire con una di quelle biografie accattivanti che poteva suonare all’incirca così: ama Dostoevskij e Philip Roth, odia la Nutella forse a causa di qualche remoto trauma infantile. Che poi è tutto vero, ma non gli piaceva l’effetto. La verità è che ama le storie di qualità, che affrontano con coraggio le complessità e le disarmanti semplicità dell’uomo. E cerca di scrivere con tutte le forze delle storie così.
Scrive anche qui: inabitisuccinti.blogspot.com
Su SlowMind Trent’anni

Panurge
Superunknown since 1980. Con SlowMind ha pubblicato YoYo Man e Blatera Blatta

René Castelli
René Castelli vive e lavora a Milano, città che ama odiare. E’ un grande appassionato di Graham Green e del romanticismo francese, dei film di Godard e di quelli di Adam Sandler. Ritiene che il capodanno andrebbe festeggiato a Settembre, e che il miglior carnevale non si celebri a Rio ma in quel di Bahia. Per il resto, non ha altri pensieri originali. La Statua della Libertà regge in mano una molotov è il suo primo racconto pubblicato.